L’OSTERIA

Benvenuti nel sito dell’Osteria Ophis. Come suggerisce il nostro nome, ci trovate ad Offida, un bellissimo borgo medievale incastonato tra le colline del piceno. Il vino, l’olio extravergine d’oliva, la genuinità e l’amicizia fanno parte della cultura del nostro paese quanto la bella Piazza del Popolo. Proprio lungo il corso che conduce alla piazza si apre una porta, o meglio, un arco e qui va aspetto io: Daniele Citeroni Maurizi, chef dell’Osteria Ophis e offidano doc.
Il mio ristorante è ricavato all’interno delle ex stalle di Palazzo Alessandrini, volte a botte e grotte testimoniano quattro secoli di storia.
La mia cucina è saldamente ancora alla tradizione locale e si basa su materie prima di grande qualità che amo selezionare e reperire personalmente, anche se questo significa alzarmi la mattina presto, girare da un contadino all’altro e ritrovarmi a giocare ogni giorno con quel che di buono offre la mia terra. Legumi, verdure di stagione, olio extravergine d’oliva, polli ruspanti e carni di allevamenti certificati sono la prima ispirazione dei miei piatti. Pasta e pane sono fatti in casa con farine vive di grani antichi che amo reintrodurre nell’alimentazione dei miei clienti. Taccù (maltagliati acqua e farina tipici di Offida) al pomodoro, chichì ripieno (focaccia casereccia farcita con tutte quelle cosine -peperoni, tonno, acciughe, capperi – che sembrano inventate apposta per stuzzicare l’appetito), tagliatelle al sugo d’anatra, pollo ngip ngiap sono solo alcune delle specialità tradizionali che troverete sempre alla carta nel menu “De…gustando Offida”.

Tradizione sì, ma ogni tanto mi piace giocare e inventare qualcosa di nuovo e lo potete assaggiare scegliendo il menu “Un po’ diverso”. Qualche esmpio? My Simmental, un piatto che nasce dalla volontà di recuperare il gran bollito all’italiana e che si fonde con un packaging moderno che ricorda la famosa carne in scatola. E ancora un goloso cappuccino di formaggio con un cornetto ripieno al ciausolo, uno zabaione di zucca al tartufo nero pregiato o il Sibillini’s burger (con hamburger di marchigiana e sala alla mela rosa dei Sibillini).

Cambiamo menu ogni due mesi nel massimo rispetto delle stagionalità. Il mio staff si compone di giovani preparati e appassionati che mi aiutano a portare in tavola tutta la mia ricerca e la mia passione.

La mia filosofia si sposa con i principi Slow Food, per questo Ophis è un’Osteria dell’Alleanza Cuochi Slow Food e nel nostro menu troverete segnalati i presìdi che impieghiamo per sostenere la battaglia della biodiversità.